Alla scoperta dei negozi leggeri

In questo post vorrei parlarvi dei negozi leggeri, ossia di tutti quei luoghi in cui si può acquistare alla spina, con un occhio di riguardo all’ambiente, alla qualità, al futuro e al portafogli.

Grazie al mio buon proposito per il 2015 – boicottare i supermercati e prediligere un mangiare sostenibile, buono e giusto – mi sono imbattuta in questi luoghi davvero belli: i negozi leggeri.

4

In realtà da molto tempo si sono iniziati a vedere all’interno dei supermercati angoli dedicati ai prodotti sfusi: per lo più vino, olio e detersivi, ma ho sempre diffidato un po’ e non mi ci sono mai avvicinata (quanti pregiudizi!).

Ora, ovviamente, non posso vivere solo di Gas – Gruppi d’acquisto solidale, autoproduzione e orto (magari! Ma non sono così brava!), quindi eccomi alla ricerca di soluzioni alternativa e questo negozietto trovato in zona San Paolo a Roma sicuramente è una di queste (in giro per l’Italia se ne trovano sempre di più).

Dimenticatevi corsie, carrelli, pacchi e scaffali, tutti i prodotti sono riposti in barattoli esposti in bella vista e una persona, a vostra disposizione, riempirà sacchetti di carta o altri contenitori dei prodotti che chiedete secondo la quantità da voi richiesta. Sì, come una volta quando si andava in bottega! Poi prima di farvi il conto scriveranno sulla busta il nome del prodotto e la data… a penna!

All’uscita non potrete che esserne entusiasti. Provare per credere! Perché? Per la qualità dei prodotti e le garanzie che ne danno, per il risparmio, per il basso impatto ambientale, per la comodità di avere in giro per casa sempre meno spazzatura (non ne potevo più di buttare plastica!), per la possibilità di scegliere senza la pressione e l’invadenza del marketing, per la possibilità di riciclare contenitori che già abbiamo (per esempio puoi portare i tuoi contenitori per riempirli nuovamente di detersivi e ammorbidenti), per ricominciare dalle materie prima e conoscere davvero ciò che ci va a finire nel piatto (si può scegliere, per esempio, tra tantissimi tipi di farine, macinature, qualità, certificate). Insomma per una spesa più consapevole in tutti i sensi.

Per vedere tutti i prodotti che vi si possono trovare (tantissime spezie, cereali, ma anche pasta e biscotti, detersivi e detergenti, ma anche trucchi e dolci!) potete cliccare qui.

Se invece state pensando a quanto può essere innaturale vivere senza entrare in un supermercato… bè, che dire? Per ora ci sto guadagnando sia in salute, che in tempo, che in tasca… ma visto che è troppo presto per fare testo, potete leggere queste storie di chi ha un po’ più di autorevolezza:

Vivere (bene!) senza andare al supermercato

Come Risparmiare su Tutto e Vivere con 400 Euro al Mese 

Un anno senza supermercato per vivere meglio

 

(Visited 1.948 times, 1 visits today)

Elena

4 Comments

  1. Ciao Elena, non solo Negozio Leggero, ma anche Effecorta, che unisce allo sfuso la filiera corta. Botteghe a Marlia, Milano, Prato e Padova.
    Complimenti per le tue scelte.
    Un sorriso.
    Tatiana

  2. Ciao Elena, sono totalmente daccordo con te!Io che non metto più piede in un supermercato sono 5 mesi.Solo negozi bio, mercati contadini, e botteghe.Tanta soddisfazione,e soprattutto ho creato un rapporto di fiducia e amicizia con i “negozianti”.Il controsenso?Lavoro da 10 anni in un supermercato!!!…..questo spiega tante cose del mio stile di vita….

    Un saluto
    Cris

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *